L’altro è ciò che mi consente di non ripetermi all’infinito.

 

altro: Lat. alte°ru(m), deriv. di ali°us 'diverso'. (1) diverso, differente -con valore indeterminato-. (2) restante, rimanente. (6) in correlazione con uno indica cosa o persona diversa dalla precedente, ma che ha relazione con essa. (7) alternativo.

 

Baudrillard, Jean, La trasparenza del male. Saggio sui fenomeni estremi, SugarCo Edizioni, Milano 1991, p.189.

Titolo originale: La trasparence du mal, Edition Galilée, Paris 1990.

 

altro