img_00

< >

 Abbiamo disegnato una scuola in cui le aule sono sparse, indipendenti, sono le case delle discipline che vengono esperite e non impartite, collegate tra loro da un amalgama che si chiama “lo spazio per le relazioni”: è un luogo ibrido che può essere frequentato a tutte le ore del giorno dagli studenti e dalla comunità, che prevede un luogo centrale per l’incontro (l’agorà) ma anche luoghi intimi, piccoli e a misura d’uomo, con grandi aperture verso l’esterno.

WoO 28 castiglione delle stiviere, Concorso